Il periodo per la presentazione delle domande è terminato il 28 febbraio 2023.

Da aprile a settembre 2023 sono stati avviati i progetti finanziati.

Nel mese di ottobre 2023 si è conclusa la seconda edizione del bando “Idee ne abbiamo?” all’interno di un evento formativo aperto a tutta la cittadinanza: “Storie di Comunità”.


Idee ne abbiamo è un bando per l’assegnazione di contributi a sostegno dei progetti, da attuare entro Ottobre 2023, promossi da gruppi di famiglie in rete residenti nei seguenti paesi: Almè, Almenno San Bartolomeo, Almenno San Salvatore, Barzana, Bedulita, Berbenno, Brumano, Capizzone, Corna Imagna, Costa Valle Imagna, Fuipiano Valle Imagna, Locatello, Paladina, Palazzago, Roncola, Rota d’Imagna, Sant’Omobono Terme, Strozza, Valbrembo, Villa d’Almè.

La finalità è di valorizzare e sostenere l’attivazione diretta delle famiglie e la loro capacità di costruire reti e relazioni sociali per dare risposta ai bisogni propri e della comunità.

Il bando Idee ne abbiamo ha visto la sua prima edizione nel 2o21 all’interno del progetto Distanze Ravvicinate finanziato da Fondazione Comunità Bergamasca.

La seconda edizione del bando è promossa dall’Ambito Valle Imagna Villa d’Almè che mette a disposizione 35.000 euro per sostenere i progetti presentati dalle famiglie.

Nel periodo aprile – settembre 2023 sono stati avviati 22 progetti su tutto l’Ambito Territoriale Valle Imagna Villa d’Almè.

Abbiamo raccolto la descrizione di tutti i progetti in una brochure intitolata “Storie di Comunità: il territorio si racconta”.

Per maggiori informazioni contatta direttamente i referenti dei progetti

Il bando è stato chiuso il 28 febbraio 2023.

Il bando prevede la possibilità di presentare progetti relativi alle seguenti aree di intervento:

A. AREA “CONCILIAZIONE”
– Azioni volte ad aiutare le famiglie con bambini e ragazzi nella conciliazione famiglia – lavoro (a titolo di esempio: proposte di vicinato solidale per allestire spazi pre – post scuola, pranzi collettivi …).

B. AREA “APPRENDIMENTO”
– Azioni di sostegno allo studio attraverso approfondimenti tematici (a titolo di esempio: gruppi di studio, spazi compiti, attività di animazione e culturali…);
– Azioni di arricchimento culturale, educativo e di animazione, per riscoprire la capacità dei bambini e dei ragazzi di ‘fare insieme’ e allestire opportunità culturali accessibili a tutti (a titolo di esempio: gruppi di lettura, percorsi creativi, ludoteca, laboratori espressivi, gite a musei, percorsi formativi con madrelingua…).

C. AREA “FIGLI CHE CRESCONO E FAMIGLIE CHE CAMBIANO”
– Azioni volte a realizzare un supporto tra famiglie per affrontare particolari momenti di passaggio della vita familiare (a titolo di esempio: gruppi fra genitori e figli adolescenti, opportunità formative, gruppi per elaborare le fatiche connesse alla separazione o ad altre situazioni faticose, attività laboratoriali tra neo-mamme e neo papà…).

D. AREA “AUTONOMIA”
– Azioni pensate per promuovere percorsi di autonomia per persone anziane e disabili (a titolo di esempio: attività di socializzazione e aggregazione, attività ludiche, sportive, ricreative che promuovono l’integrazione o l’incontro intergenerazionale, esperienze che promuovono l’invecchiamento attivo…).

E. AREA “DOMICILIARITÀ E SOLLIEVO”
– Azioni di sostegno alle famiglie e ai caregiver di persone anziane e disabili (a titolo di esempio: spazi per le famiglie per recuperare momenti liberi, vicinanza ai caregiver attraverso spazi di confronto, scambio e incontro, momenti di socialità e tempo libero, attivazione di volontari di contrada, frazione o quartiere).