Tenuto conto del successo delle due edizioni precedenti (la prima edizione promossa all’interno del progetto “Distanze Ravvicinate” con il concorso di Fondazione Cariplo e la seconda edizione realizzata nell’anno 2023) l’Ambito Territoriale Sociale Valle Imagna – Villa d’Almè con la terza edizione del bando “Idee ne abbiamo?” intende sostenere e valorizzare l’attivazione diretta delle famiglie e la loro capacità di costruire reti e relazioni sociali, promuovendo creatività, corresponsabilità e sostenibilità nell’individuare percorsi di risposta ai bisogni propri e della comunità.

Idee ne abbiamo è un bando per l’assegnazione di contributi a sostegno dei progetti promossi da gruppi di famiglie in rete residenti nei Comuni dell’Ambito Territoriale Sociale Valle  Imagna Villa d’Almè.

Le risorse finanziarie a disposizione sono pari a € 42.000,00 (quarantaduemila/00 euro), per la realizzazione di progetti presentati da reti di famiglie residenti nel territorio dell’Ambito Territoriale Sociale Valle Imagna – Villa d’Almè.
Ogni progetto potrà beneficiare di un contributo massimo pari a € 3.000,00 (tremila/00 euro).

Tra le novità di questa edizione c’è la possibilità per le famiglie di chiedere un supporto nella stesura del progetto scrivendo una mail a info@centrofamigliaviva.it

Le domande, complete di tutta la documentazione richiesta, dovranno pervenire in formato pdf all’indirizzo segreteria@ascimagnavilla.bg.it entro il 15 settembre 2024.

Scarica il bando e le domande di partecipazione

Bando Idee ne abbiamo 2024

Allegati in versione .pdf

Allegato A.pdf

Allegato B.pdf

Allegati in versione .doc

Allegato A.doc

Allegato B.doc

I Comuni dell’Ambito Territoriale Sociale Valle Imagna Villa d’Almè sono: Almè, Almenno San Bartolomeo, Almenno San Salvatore, Barzana, Bedulita, Berbenno, Brumano, Capizzone, Corna Imagna, Costa Valle Imagna, Fuipiano Valle Imagna, Locatello, Paladina, Palazzago, Roncola, Rota d’Imagna, Sant’Omobono Terme, Strozza, Valbrembo, Villa d’Almè.

Il bando prevede la possibilità di presentare progetti relativi alle seguenti aree di intervento:

A. AREA “CURA”
– Azioni di sostegno alle famiglie e ai caregiver di persone anziane e disabili (a titolo di esempio: spazi per le famiglie per recuperare momenti liberi, vicinanza ai caregiver attraverso spazi di confronto, scambio e incontro, momenti di socialità e tempo libero, attivazione di volontari di contrada, frazione o quartiere);
– Azioni pensate per promuovere percorsi di autonomia per persone anziane e disabili (a titolo di esempio: attività di socializzazione e aggregazione, attività ludiche, sportive, ricreative che promuovono l’integrazione o l’incontro intergenerazionale, esperienze che promuovono l’invecchiamento attivo…);
– Azioni volte a realizzare un supporto tra famiglie per affrontare particolari momenti di passaggio della vita familiare (a titolo di esempio: gruppi fra genitori e figli adolescenti, opportunità formative, gruppi per elaborare le fatiche connesse alla separazione o ad altre situazioni faticose, attività laboratoriali tra neo-mamme e neo papà…).

B. AREA “ABITARE”
– Azioni di rivitalizzazione dei contesti di vita delle famiglie, con interventi di ripristino, sistemazione, restituzione all’uso pubblico di spazi degradati e/o abbandonati (a titolo di esempio: apertura aree verdi, avvio orti sociali, pulizia boschi e/o torrenti, …);
– Azioni finalizzate a favorire le pratiche di buon vicinato, socializzare con i vicini della propria zona di residenza al fine di instaurare un legame, condividere necessità, scambiarsi professionalità, conoscenze, portare avanti progetti collettivi di interesse comune;
– Azioni volte a sostenere esperienze di volontariato, sia all’interno di gruppi ed associazioni che in forma individuale, con lo scopo di consentire a pubblici inediti (famiglie, bambini, adolescenti) di sperimentare forme di partecipazione e di cittadinanza attiva;

C. AREA “MOBILITÀ”
– Azioni volte a sostenere iniziative di mobilità dolce, per promuovere l’attività fisica per camminare o per utilizzare mezzi non motorizzati (a titolo di esempio: piedibus, gruppi di cammino, …);
– Azioni che sperimentino forme innovative di mobilità sostenibile nell’ambito della sharing economy, facilitando esperienze di condivisione che consentano spostamenti in modo sicuro all’interno del territorio dell’Ambito (a titolo di esempio: car sharing, bike sharing, scooter sharing, car pooling, autostop confidente, …);
– Azioni che valorizzino il contesto naturalistico locale, con interventi di sistemazione, ripristino, promozione di sentieri, percorsi.

D. AREA “BENESSERE”
– Azioni di arricchimento culturale, educativo e di animazione, per riscoprire la capacità di ‘fare insieme’ e allestire opportunità culturali accessibili a tutti (a titolo di esempio: gruppi di lettura, percorsi creativi, ludoteca, laboratori espressivi, gite a musei, percorsi formativi con madrelingua…);
– Azioni di sostegno allo studio attraverso approfondimenti tematici (a titolo di esempio: gruppi di studio, spazi compiti, attività di animazione e culturali…);
– Azioni volte ad aiutare le famiglie con bambini e ragazzi nella conciliazione famiglia – lavoro (a titolo di esempio: proposte di vicinato solidale per allestire spazi pre – post scuola, spazi compiti…).

Anno 2023: i progetti realizzati Storie di comunità